Corsi
Corsi della Fondazione Italiana Sommelier sede regionale Puglia e delegazioni interne

A Borgo Egnazia Savelletri BR /1' Corso di Qualificazione per Sommelier - Prima Parte

Inizia il prossimo 18 marzo presso Borgo Egnazia, il primo corso da sommelier organizzato dalla FIS Fondazione Italiana Sommelier

 Prenderà il via a Borgo Egnazia, in Puglia, nel cuore della Valle d’Itria, il primo corso da Sommelier della Fondazione Italiana Sommelier di Puglia.
 
La Fondazione Italiana Sommelier è il centro di cultura del vino più prestigioso del mondo, specializzata nell’organizzazione di corsi di qualificazione professionale per Sommelier: un percorso articolato in 3 livelli, al termine del quale si ottiene l’attestato di Sommelier Nazionale e Sommelier Internazionale.
 
“E’ essenziale saper comunicare e condividere emozioni che riguardano il mondo del vino, elevandoci e specializzandoci quotidianamente, in quanto esperti cultori e tecnici del settore. – spiega Giuseppe Cupertino, Head Sommelier di Borgo Egnazia e Presidente della Fondazione Italiana Sommelier Puglia - Il corso è stato organizzato in linea con i migliori corsi di Formazione e Qualificazione da Sommelier oggi presenti in Italia, con la competenza dei più grandi comunicatori e relatori e la possibilità di degustare grandi vini provenienti dalla carta di Borgo Egnazia, italiani ed esteri.”
 
Il corso da Sommelier parte il prossimo mercoledì 18 marzo e prevede:
- 17 appuntamenti dalle 15.30 alle 18:00 (il corso termina a maggio 2015);
- 6 incontri con i maggiori esperti relatori e comunicatori internazionali, che si alterneranno nelle lezioni, tra cui: Daniela Scrobogna, responsabile della Didattica Nazionale della Fondazione Italiana Sommelier, Luciano Mallozzi, Giuliano Lemme, Giovanni Lai.
- 36 grandissimi vini, 4 birre e 4 distillati in degustazione;
- materiale didattico unico al mondo;
- una visita in cantina;
- due attestati di qualificazione: Sommelier Nazionale e Sommelier Internazionale.
 
Tra gli spumanti e champagne: Spumante Metodo Classico D’Araprì XXI Secolo Brut 2007 V.S.Q; Dom Perignon Millésime 2004.
Tra i vini bianchi e rosati: Rossj Bass Gaja 2013 D.O.C Langhe; Riesling Réserve 2012 Domaine Weinbach Appellation Alsace Contrôlée; Villa Margon Agricola Lunelli 2009 D.O.C. Trentino Superiore; Vespa Bianco Bastianich 2012 D.O.C Colli Orientali del Friuli;
Vistamare Ca’ Marcanda Gaja 2012 I.G.T  Toscana;
Steading Blanc Roussanne Marsanne 2007 Barossa Valley; Tenuta “Greppo” Rosato Biondi Santi 2010 I.G.T Toscana.
 
Tra i vini rossi: ES Gianfranco Fino 2012 D.O.C  Primitivo di Manduria; Torcicoda Tormaresca Antinori 2012 I.G.T Salento; Capitolo Laureto Milleuna 2008 I.G.T.  Negroamaro del Salento; MLV Masseria Li Veli 2010 I.G.T Salento; Barolo Ceretto 2010 D.O.C.G. Barolo; Amarone della Valpolicella Classico D.O.C.G. Vigneto Monte Sant’ Urbano 2007 Speri; Brunello di Montalcino 2006 D.O.C.G. Biondi Santi; Costa Russi Nebbiolo Langhe DOC 2010 Gaja; Contino Rioja D.O.C. Reserva 2004; Selvarossa Riserva Speciale Terra 2004 D.O.C. Salice Due Palme.
Tra i vini passiti, liquorosi e aromatizzati: Ben Ryé Donnafugata 2010 D.O.P Passito di Pantelleria; Pellegrino Marsala Vergine Soleras  D.O.C. Secco.
 
Il prezzo di lancio del corso è di € 500 (comprensivo di testi ufficiali della Fondazione, quaderno FIS, lezioni e vini in degustazione).
Lezioni: 17 Gite didattiche: 1 Materiale didattico fornito
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina